Ti aiuto a raccontare la mia storia

Vorresti parlare del mio lavoro, dei miei progetti o libri in una tua pubblicazione? Qui trovi quello che ti serve!

arianna lai personal marketing 2

Hanno parlato di me

Hanno parlato di me

Clicca qui per vedere il mio servizio su Mediaset al programma ControCorrente.

Clicca qui per leggere la mia intervista su Mashable.

Clicca qui  per vedere la mia partecipazione a Daily Cogito, programma di Rick DuFer.

Clicca qui per ascoltare il mio intervento al Festival delle relazioni digitali.

Clicca qui per leggere la mia intervista su Le Frack Magazine.

Clicca qui per leggere la mia intervista su Vistanet.

Clicca qui per ascoltare qui la mia intervista.

Clicca qui per ascoltare la mia intervista su @miss.inwonderland.

Clicca qui per ascoltare la mia intervista sul profilo IG di @fusionicreative.

Vuoi raccontare la mia storia?

Vuoi raccontare la mia storia?

Se sei un blogger, giornalista, podcaster, livestreamer e vorresti raccontare la mia storia (in anticipo: sono molto lusingata che tu abbia pensato a me. Grazie!) in questa pagina troverai tutto il materiale di cui hai bisogno per farlo con proprietà.

Se vuoi realizzare un’intervista non esitare a metterti in contatto con me cliccando qui.

Alcune informazioni su di me…

R
Sono una multipotenziale

Mi è sempre piaciuto fare molte cose. Già dall’infanzia amavo scrivere, disegnare, dipingere, fare decoupage, punto croce, modellare l’argilla, recitare, parlare in pubblico. A scuola ero brava in italiano, ma anche in matematica, arte, storia. Non riuscivo a capire perché tutto fosse diviso in compartimenti stagni.

Ho scoperto solo in età adulta che il mio talento era fare collegamenti tra le cose. Prima però sono dovuta passare per un tragitto travagliato pieno di “ma possibile che non ti concentri su nulla?”, “ma perché sei così approssimativa?”, o “ti annoi troppo in fretta delle cose”.

Ho trovato la chiave di lettura nel TEDx di Emilie Wapnick, grazie al quale ho scoperto di essere una persona dal multipotenziale.

R
Sono un'amante del content marketing e degli audioprogetti

Mi muovo nel mondo del marketing digitale dal 2014. Sono stata Community Manager, Social Media Manager, Digital Copywriter, Content Creator, Digital Strategist per diverse imprese, organizzazioni, entità e comuni. Eppure solo ora sento di aver trovato la quadra, occupandomi principalmente di gestire lacarpaagency.com e pluma lab.

R
Scrivo romanzi

Come ho detto dall’inizio, sono una multipotenziale. Adoro tutto ciò che è personal branding, marketing e comunicazione, ma in egual misura amo scrivere romanzi.

Dal 2024 mi rappresenta in qualità di autrice PNLA.

R
Sono una expat in Spagna
Dal 2018 vivo stabilmente in Spagna. Amo la cultura di questo paese, mi sento a casa. Il mio sogno era trasferirmi a Siviglia, città in cui ho fatto l’Erasmus nel 2016. Dopo i primi due anni a Madrid, finalmente sono riuscita a realizzare questo piccolo grande obiettivo, comprando la mia casa qui nel 2020.
R
Ho vissuto in Asia per più di due anni

Prima di scrivere, di lavorare nel marketing, di fare qualunque cosa che avesse a che fare con ciò che faccio ora, sono stata una modella per circa 7 anni, 2 dei quali trascorsi tra Cina, Singapore, Indonesia e Dubai. Di questo aspetto ne parlo meglio qui.

La bio che puoi rubare

La bio che puoi rubare

Arianna Lai nasce a Cagliari, dove consegue la laurea triennale in Lingue e Comunicazione e la laurea magistrale in Filosofia e Teorie della comunicazione.

Dal 2014 lavora nel mondo della comunicazione digitale, ma è anche una scrittrice, podcaster e fondatrice di vari progetti quali la carpa agency e Te cuento Sevilla.

Nel 2018 si trasferisce in Spagna, dove lavora come Social Media Manager e Digital Copywriter, fino a diventare una Communication Manager e gestire la sua prima squadra di creativi. 

A Gennaio 2020 lascia l’ufficio, per potersi dedicare esclusivamente alla libera professione e al raggiungimento dei propri obiettivi personali.

Arianna Lai nasce a Cagliari, dove consegue la laurea triennale in Lingue e Comunicazione e la laurea magistrale in Filosofia e Teorie della comunicazione.

Dal 2014 lavora nel mondo della comunicazione digitale, ma è anche una scrittrice, podcaster e fondatrice di vari progetti quali la carpa agency e Te cuento Sevilla.

Nel 2018 si trasferisce in Spagna, dove lavora come Social Media Manager e Digital Copywriter, fino a diventare una Communication Manager e gestire la sua prima squadra di creativi. 

A Gennaio 2020 lascia l’ufficio, per potersi dedicare esclusivamente alla libera professione e al raggiungimento dei propri obiettivi personali.

 

Foto che puoi usare

Foto che puoi usare

Clicca qui per scaricarla

Clicca qui per scaricarla

Clicca qui per scaricarla

Clicca qui per scaricarla

Leggi le mie riflessioni su Instagram.

Forse il trucco è non ostinarsi a cercare la permanenza, ma fermarsi al “avrei bisogno di…”.

(E far completare la frase a Roma, all’espresso e, soprattutto, a chi ti vuole bene.)

#Roma
...

128 7

Aggiungo che, tra i commenti sotto al post del @ilmessaggero.it , c’è chi chiede dove si ordinano.

#tradewife #trend #branding #marcapersonale
...

183 8

Perché la campagna @pomellato per l’8 marzo è infinitamente più efficace rispetto ad altri spot della stessa tipologia?

1. Si da un nome proprio alle cose fin dal principio: si parla di PATRIARCATO e di violenza di genere, in sostituzione ai più blandi e inflazionati messaggi di “parità e uguaglianza” (a cui non di rado seguono sconti del x% sul secondo prodotto acquistato il giorno della FESTA della donna 🎀🫠)

2. Scelta di testimonial che includano diverse culture, età, coppie di cromosomi (con uomini che non si limitano a guardarci malinconici mentre noi diamo di matto nel labirinto delle ingiustizie sociali - vedi Tim 👠 - ma sono parte attiva del discorso)

3. Si spiega la violenza di genere come un fenomeno culturale (lo sottolineerei se potessi) e non naturale. OH.

4. La call to action è un qualcosa di applicabile da chiunque, senza distinzioni: diventare una sentinella sociale.
Tutt3 siamo tirat3 in causa. Anche tu che “non sei così”.

Insomma, ben strutturata, messaggio chiaro e comprensibile, chiamata all’azione efficace.

Per me ci siamo.

Tu che ne pensi?

#8marzo #campagnapubblicitaria #analisipubblicità #pomellato
...

187 1

Pin It on Pinterest